News & Sentenze

 


Diritto di prelazione: Quando non si applica

Il diritto di prelazione agraria, previsto all’art. 8 legge n. 590 del 1965, viene in rilievo nel momento in cui un proprietario di fondo rustico si appresti a venderlo e tale fondo sia affittato a soggetti che siano coltivatori diretti o confini con altri fondi rustici coltivati sempre da soggetti qualificabili come coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale, e quelli a cui la legge ha esteso detto di
Maggiori Dettagli

AUTONOMIA IMPRENDITORIALE vs. DIRITTI DEL LAVORATORE.

La coesistenza tra le scelte imprenditoriali e i diritti dei lavoratori è metaforicamente assimilabile alle sabbie mobili, dovendosi sempre diligentemente verificare la liceità delle prime ove vengano lesi i secondi. Questo è vero soprattutto quando si parla di licenziamento. La domanda che ci si deve porre è: l’imprenditore ha in base al caso concreto il diritto di licenziare un lavoratore? Come ben sappiamo, tale d
Maggiori Dettagli
Materia Diritto Agrario

Requisiti per il riscatto agrario – [F.A.Q]

Nel caso di vendita di terreno agricolo, al proprietario confinante spetta il diritto di prelazione e, in caso di sua violazione, l’azione di riscatto, purché: a) sia coltivatore diretto; b) coltivi il suo fondo da almeno due anni; c) non abbia venduto, nel biennio precedente, altri fondi rustici; d) abbia con la sua famiglia una capacità lavorativa tale da garantire la coltivazione di una superficie non inferiore ad
Maggiori Dettagli